fbpx

La creatività è uno stile di vita... ma trasformare la creatività in un vita può sembrare scoraggiante, in particolare quando non si dispone di un background educativo o professionale nell'arte. Se sei un artista non professionista desideroso di trasformare i tuoi talenti artistici in una carriera, sei nel posto giusto. Insieme, imprenditore che collaborano con noi, attingono direttamente dalla storia e dalla tradizione veneziana Circolo creativo hanno messo insieme questa serie completa di articoli per supportare gli artisti in erba nelle prime fasi della loro carriera artistica. In questa serie di articoli troverai preziose informazioni su come costruire e mantenere una carriera nello spazio creativo. Copriamo argomenti tra cui percorsi di carriera, preparazione per i colloqui, utilizzo dei social media per aumentare la tua impronta, networking e molto altro. Sia Creative Circle che Artrepreneur si impegnano ad essere qui per te durante tutta la tua carriera.

"Direttore creativo" e "Direttore artistico" sono termini che vengono usati spesso, a volte in modo intercambiabile. A volte sembra che tutti si definiscano un Direttore Creativo in questi giorni, ma è un ruolo che comporta molte responsabilità e mantiene molte parti in movimento. È anche in continua evoluzione con i tempi. 

Cos'è un direttore creativo e cos'è un art director?

Il direttore creativo è il capo del dipartimento creativo, che si tratti di uno studio, di una casa di moda, di una catena alberghiera o di un'agenzia pubblicitaria. Il direttore creativo è un manager di alto livello che definisce la visione dell'identità del marchio e supervisiona campagne e progetti. Garantiscono che i progetti siano coerenti e soddisfino le esigenze del progetto e/o del cliente. Il designer creativo vede il quadro generale. Lo concettualizzano e, anche se lasciano che il team gestisca la visione, sono comunque coinvolti nel processo, solo da un livello superiore. Descrivono il processo, si assicurano che la campagna soddisfi le scadenze e le aspettative di tutte le parti coinvolte, dall'IT al cliente, e si assicurano anche che il prodotto/i prodotti finali siano ancora in linea con la visione generale e si connettano al pubblico di destinazione desiderato o zeitgeist. 

Mentre il direttore creativo è tutto incentrato sul quadro generale, l'art director è tutto sull'essere pratico. Sicuramente possono esserci sovrapposizioni tra il direttore creativo e l'art director, ma l'art director arricchisce la visione del direttore creativo e la esegue, dalla creazione delle linee temporali alla dettatura dei layout. Sono orientati ai dettagli e guidano la campagna in modo più intimo, lavorando direttamente con il team creativo: grafici, copywriter, editor, designer UX/UI, sviluppatori o altro. E a volte svolgono parte del lavoro da soli, a seconda delle dimensioni del team e delle loro capacità. 

Ovviamente ogni azienda è diversa. In molti posti, entrambi i ruoli sono chiari e separati, in altri sono combinati in un ruolo e, anche in altri, i titoli possono essere capovolti. La cosa importante quando si considerano i ruoli di Direttore Creativo o Direttore Artistico è tenere a mente qual è il tuo approccio personale alle campagne. Sei un grande pensatore? O vivi per sporcarti le mani e capire i dettagli del brief? 

Qualifiche: cosa ci vuole per essere un Direttore Creativo/Art Director? 

Ruoli come questi spesso richiedono una laurea in un'arte commerciale come la progettazione grafica, l'illustrazione o la pubblicità. Un sacco di direttori artistici e creativi ottengono il loro Master. Ma una laurea potrebbe non portarti lontano se non hai esperienza e un solido portfolio. È più probabile che gli art director abbiano più competenze ed esperienza tecniche, dando loro la possibilità di armeggiare con risorse o progetti da soli. Per i direttori creativi, avere le competenze tecniche è estremamente utile ed è probabilmente il modo in cui hai lavorato per assumere il ruolo di direttore creativo in primo luogo. Inoltre, i direttori creativi devono essere in grado di gestire i team e tutte le parti mobili di un progetto mantenendo la visione del progetto. 

Avere un portafoglio forte è fondamentale. Il tuo portfolio dovrebbe essere ben progettato, mostrare il tuo stile visivo e dovrebbe anche essere accessibile e di facile lettura. Incorporare casi di studio semplici che spieghino il progetto, il tuo ruolo e il risultato (senza impantanarsi nei dettagli) aiuterà i clienti a comprendere il tuo approccio alla gestione del progetto dal tuo punto di vista. Includere testimonianze di clienti precedenti consente ai clienti futuri di capire com'è lavorare con te loro punto di vista.  

Level Up: come diventare un direttore creativo/artistico migliore

Direttore Creativo e Direttore Artistico: da Hobby Creativo a Carriera Creativa | Giornale di affari d'arte

Alla base dell'essere un buon direttore creativo e/o artistico c'è l'essere un buon manager e, quindi, un buon comunicatore.

È anche importante tenere a mente che varie aziende sono alla ricerca di cose diverse in un direttore creativo e il ruolo di direttore creativo si sta espandendo sempre più. "A causa della maggiore concorrenza, delle nuove piattaforme di comunicazione e di un consumatore più globale, i moderni direttori creativi dovrebbero concettualizzare tutto ciò che rappresenta un marchio, comprese le campagne pubblicitarie, il design del negozio, la strategia dei social media e le collaborazioni con il marchio", secondo Affari Vogue

Sia per i ruoli di creativi che di art director, rimanere informati e aggiornati sulle tendenze, che si tratti di tendenze visive, sfide di TikTok o anche dei caratteri che tutti sembrano utilizzare, è fondamentale per personalizzare la tua produzione per soddisfare il pubblico in cui si trovano. Naturalmente, avere uno stile visivo e un'identità di marca forti è fondamentale per trovare quell'equilibrio tra essere puntuali e semplicemente seguire una tendenza che impedisce al tuo lavoro di distinguersi. 

Alla base dell'essere un buon direttore creativo e/o artistico c'è l'essere un buon manager e, quindi, un buon comunicatore. Stabilire scadenze realistiche, essere estremamente chiari sui risultati finali e assicurarsi che tutti i membri del team (e tutti i team coinvolti) abbiano le stesse aspettative vanno di pari passo con la sfida dei membri del team a impegnarsi in modo creativo e rimanere motivati. 

Roy Grace, uno dei più grandi direttori creativi che ha lavorato a campagne leggendarie per Alka-Setlzer (noi ancora dire "polpetta piccante" fino ad oggi), VW, e più una volta ha detto che il lavoro di direttore creativo era "Portare fuori la spazzatura". Assicurati che i problemi vengano risolti, assicurati che le cattive idee rimangano fuori dalla campagna e apra la strada in modo che il tuo team possa avere successo. Per un ruolo di leadership, essere un direttore creativo richiede anche la capacità di togliersi di mezzo. 

Direttori creativi e Art Director possono essere due ruoli diversi, ed entrambi richiedono un'immensa quantità di visione, originalità e attenzione ai dettagli, ma sono forti solo quanto il team e le relazioni che coltivano.

Questo articolo è stato co-creato da Circolo creativo. Creative Circle è una premiata società di reclutamento e consulenza che rappresenta professionisti digitali, creativi e di marketing. Il nostro compito è semplificare il tuo lavoro, che tu sia assunzionecostruire una squadra, o alla ricerca del tuo prossimo ruolo. Insieme, possiamo risolvere le tue sfide più grandi. Un ringraziamento speciale a Melissa Rogers, Senior Brand Manager di Creative Circle.

Sam Mani
Sam Mani

Sam Mani scrive di lavoro, creatività, benessere ed equità, quando non cucina, si abbuffa di televisione o infastidisce il suo gatto.

Contattaci

Indirizzo: Programmi di sussidio 1145 17th Street NW
Telefono: 888-557-4450
E-mail: [email protected]
Assistenza: EngoTheme

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti.