fbpx

Ci sono molti aspetti legali della gestione di un'attività legata all'arte che potrebbero essere giustamente caratterizzati come poco interessanti, ma pochi argomenti ispirano più sguardi vuoti o occhi vitrei, più velocemente dell'assicurazione. Come molti argomenti legali, pensare all'assicurazione richiede di pensare a risultati negativi – cosa succede quando le cose vanno male – e quindi è naturale voler evitare l'argomento. Ma se sei seriamente intenzionato a gestire un'impresa, l'assicurazione è una parte necessaria, forse anche fondamentale, della tua base legale.

Che cos'è l'assicurazione?

Fondamentalmente, l'assicurazione è un modo di gestire il rischio. Praticamente tutto ciò che fai nella vita, e certamente negli affari, comporta un certo grado di rischio. Come regola generale nella maggior parte dei sistemi legali occidentali, se ti impegni in una particolare linea di condotta, sei nei guai per le conseguenze di tale condotta. Se devi sostenere dei costi per qualcun altro a causa del tuo comportamento, devi ripagarlo – la legge lo chiama a responsabilità. Un altro rischio in cui potresti incorrere è la nostra proprietà: potresti rompere o perdere qualcosa di così prezioso che sostituirlo dopo un incidente potrebbe imporre un onere finanziario eccessivo.

In breve, l'assicurazione consente alle persone (e alle aziende) di impegnarsi in attività che potrebbero causare danni, fisici o economici, a se stessi o ad altri, senza doversi assumere tutti i rischi. È un modo per proteggersi da passività che potrebbero superare la tua capacità di pagare, portando a difficoltà finanziarie o bancarotta. In parole povere, an polizza assicurativa è solo un contratto tra qualcuno che vuole proteggersi da certi rischi, il assicurato e un soggetto che fa la propria attività gestendo ampi profili di rischio denominato an assicuratore (più comunemente nota semplicemente come compagnia di assicurazioni o compagnia assicurativa).

Perché le compagnie di assicurazione sono disposte ad acquistare il tuo rischio in primo luogo? Poiché si assumono il rischio di molte persone diverse, in un ampio spettro della popolazione, sono in grado di distribuire quel rischio. Tra le persone assicurate da una determinata compagnia (denominata la pool di rischio), ci saranno alcuni buoni rischi e alcuni cattivi rischi, e se la compagnia di assicurazioni fa bene i suoi calcoli si annulleranno a vicenda. Più persone nel pool di rischio, più facile diventa calcolare le potenziali perdite, grazie a un fenomeno statistico chiamato legge dei grandi numeri.

Come consumatore di assicurazioni, probabilmente non avrai mai bisogno di conoscere i modelli statistici alla base del tuo premio assicurativo, ma trovo utile comprendere il quadro generale del settore e come funziona l'assicurazione.

Perché ho bisogno di un'assicurazione?

In poche parole, essere in affari è rischioso.

Supponiamo che tu sia un fotografo di matrimoni e la tua macchina fotografica si guasta durante un matrimonio facendoti perdere alcuni dei momenti più critici; o peggio, supponiamo di perdere le schede di memoria, lasciando il tuo cliente senza nulla. Oppure supponiamo che tu sia un fotografo naturalista e lasci cadere la tua attrezzatura fotografica a noleggio in un lago cercando di creare l'immagine perfetta di una cascata. Forse una delle tue immagini stock finisce per essere utilizzata in una sgradevole campagna pubblicitaria e il modello nella tua immagine afferma che hai diffamato la sua reputazione. O forse sei uno scultore e uno dei tuoi visitatori scivola sul pavimento bagnato della tua galleria e ti fa causa per danni fisici e il conseguente disagio emotivo.

Assicurazione

L'assicurazione copre l'attrezzatura danneggiata e altre circostanze impreviste.

Ciascuno di questi scenari potrebbe comportare una significativa responsabilità finanziaria, sia attraverso pagamenti effettivi dovuti alle persone ferite o ai proprietari della proprietà danneggiata, sia semplicemente attraverso spese legali relative alla difesa della propria condotta in tribunale. Senza assicurazione, l'impatto finanziario potrebbe avere un effetto paralizzante sulla tua attività; con il giusto tipo di assicurazione in atto, tuttavia, ciascuna delle situazioni sopra descritte potrebbe essere ridotta a poco più di un frustrante inconveniente.

L'assicurazione è anche utile in quanto generalmente coprirà anche i costi associati alla difesa del tuo caso. Ad esempio, se vieni citato in giudizio da qualcuno per qualcosa coperto dalla tua assicurazione, la compagnia assicurativa si occupa del caso, assume gli avvocati e gestisce il processo.

Infine, c'è una ragione più concreta e immediata per cui potresti aver bisogno di un'assicurazione: molte sedi richiedono che tu fornisca un certificato di assicurazione che dimostra che hai un'assicurazione ed elenca la sede come a beneficiario, beneficiario della perdita, o assicurato aggiuntivo sulla politica. Ciò dà al luogo un certo conforto che se viene citato in giudizio a causa del tuo utilizzo della proprietà, la tua assicurazione li coprirà. I certificati di assicurazione sono quasi sempre richiesti per utilizzare la proprietà pubblica per le riprese commerciali (es. stazioni ferroviarie, aeroporti, strade pubbliche, piazze) come condizione per ottenere i permessi necessari. Sempre più hotel e spazi per eventi li richiedono per i servizi fotografici di matrimoni.

Tipi di assicurazione

La maggior parte degli artisti sarà interessata a tre tipi particolari di coperture assicurative: proprietà professionale, responsabilità generale ed errori e omissioni.

Assicurazione di proprietà commerciale è proprio come sembra: protegge la proprietà che utilizzi nel corso degli affari. Nel mondo dell'arte, ciò significa in genere attrezzatura fotografica e relativa elettronica o altri strumenti di alto valore del mestiere. Negli esempi sopra, la telecamera che cade nel lago sarebbe coperta dalla maggior parte delle polizze assicurative per proprietà commerciali, così come l'attrezzatura rubata o danneggiata. Se utilizzi molte attrezzature costose nel corso del tuo lavoro, in particolare attrezzature che potresti non essere in grado di sostituire facilmente pagando di tasca tua, l'assicurazione sulla proprietà commerciale è fondamentale.

Molte polizze assicurative per proprietari di case o affittuari coprono proprietà personali, comprese fotocamere e altri dispositivi elettronici, ma tale copertura è spesso limitata alla proprietà riservata all'uso personale. Sono quasi sempre esclusi gli immobili adibiti a fini commerciali. Se utilizzi la tua attrezzatura per scopi lavorativi, anche part-time, ti consigliamo di leggere le tue polizze con molta attenzione per assicurarti di avere la copertura di cui hai bisogno. Se non lo fai, allora vorrai prendere in considerazione una politica di proprietà commerciale.

Assicurazione di responsabilità civile generale, a volte indicato anche come responsabilità generale commerciale (CGL) l'assicurazione, come suggerisce il nome, copre le responsabilità generali che sorgono mentre svolgi la tua attività. Ricordi il visitatore della galleria che scivola sull'esempio del pavimento bagnato dall'alto? Questo è il genere di cose che in genere copre l'assicurazione CGL. Una luce sta cadendo sulla testa di qualcuno, qualcuno inciampa su un cavo di alimentazione a terra e così via: questi sono tutti esempi del genere di cose che copre una politica CGL. Alcune politiche CGL coprirebbero anche il fotografo nel caso dell'esempio del modello diffamato.

Assicurazione

L'assicurazione copre l'attrezzatura smarrita durante il viaggio.

Infine, errori e omissioni (E&O) assicurazione fornisce copertura per ciò che essenzialmente equivale a non svolgere correttamente un lavoro o a farlo in modo poco professionale. Le politiche E&O in genere coprono anche cose come la violazione del copyright e del marchio, l'invasione della privacy, il mancato ottenimento di una liberatoria per modello o proprietà e problemi correlati. Tornando agli esempi precedenti, l'assicurazione E&O coprirebbe il fotografo che non è riuscito a catturare i momenti chiave o che ha perso le schede di memoria della fotocamera. Si noti, tuttavia, che nel caso delle schede di memoria, l'assicurazione E&O coprirebbe i reclami fatti dal cliente nei confronti del fotografo per la perdita delle immagini, ma le schede stesse sarebbero coperte, se non del tutto, dalla polizza sull'attrezzatura del fotografo.

Molti assicuratori riuniranno queste tre coperture in quello che a volte viene chiamato a politica del pacchetto in modo da poter soddisfare tutte le tue esigenze assicurative con un unico pagamento. Alcuni assicuratori offrono anche sconti se si acquistano più polizze insieme.

Capire una polizza assicurativa

La maggior parte delle polizze assicurative, indipendentemente dalla copertura, condivide una serie di caratteristiche comuni. Essere consapevoli di queste caratteristiche e come valutarle ti aiuterà a prendere le decisioni giuste per la tua attività.

Innanzitutto, vorrai sapere quanto costerà la copertura che, in gergo assicurativo, si chiama premio. In cambio del premio che paghi, ricevi certe coperture (diversi tipi di copertura sono descritti sopra), il limiti dei quali, espressi in termini di importo in dollari, sono prescritti nel documento di polizza. Alcune polizze copriranno tutti i rischi (a volte indicato anche come "pericoli”) che possono comportare una perdita, ma è più comune avere un elenco di rischi coperti (ad es. incendio, inondazione, furto) o un elenco di esclusioni (ad es. danni causati dall'acqua, terrorismo, atti di guerra).

La maggior parte delle politiche include anche a deducibile, un importo che l'assicurato è tenuto a pagare in caso di sinistro (nelle assicurazioni commerciali è talvolta indicato come coassicurazione). In altre parole, le polizze assicurative raramente coprono il 100% dei rischi rilevanti: l'assicurato mantiene quasi sempre una parte del rischio. Tale importo di rischio trattenuto è rappresentato dalla franchigia. Come ci si potrebbe aspettare, c'è una relazione inversa tra la franchigia e il premio: maggiore è la franchigia, più rischio rimane per l'assicurato e più basso diventa il premio.

Perché la maggior parte delle polizze include una franchigia? La teoria è che se non ti assumessi alcuna responsabilità per un dato rischio, non avresti alcun incentivo ad evitarlo, il che è contrario agli interessi della compagnia di assicurazione (gli esperti di politica chiamano quella dinamica un azzardo morale). Richiedendo di trattenere una parte del rischio, la polizza incoraggia il buon comportamento da parte dell'assicurato.

Una caratteristica importante da tenere presente nelle politiche immobiliari è la distinzione tra costo di sostituzione e valore effettivo in denaro. Costo di sostituzione, come ci si potrebbe aspettare, coprire l'intero costo di sostituzione della proprietà assicurata in caso di perdita totale, mentre valore reale in contanti (ACV) polizze, coprono il valore della proprietà, al netto di qualsiasi deprezzamento, che è solo una frazione di quanto costerebbe sostituire l'articolo. Naturalmente, puoi aspettarti che il premio per una polizza sui costi di sostituzione sia superiore a una polizza ACV, ma come regola generale, per massimizzare la tua copertura, probabilmente vorrai una polizza sui costi di sostituzione.

Una nota speciale sul noleggio dell'attrezzatura

Le case di noleggio di attrezzature hanno guadagnato popolarità negli ultimi anni e, in molti casi, il noleggio anziché l'acquisto può essere un ottimo modo per provare nuove attrezzature o utilizzare attrezzature il cui acquisto sarebbe proibitivo in termini di costi. Tieni presente che quando noleggi un'attrezzatura da una terza parte, sei legalmente responsabile di quell'attrezzatura mentre è in tuo possesso. Molti dei principali fornitori di noleggio ti venderanno un cosiddetto "piano di protezione" che pretende di funzionare come un'assicurazione sull'attrezzatura noleggiata. Tuttavia, attenzione all'acquirente: molti di questi piani hanno una portata molto limitata e in particolare escludono alcuni dei rischi più comuni per l'attrezzatura noleggiata, come i danni causati dall'acqua.

L'assicurazione sull'attrezzatura professionale spesso include la copertura per l'attrezzatura a noleggio e in prestito e, in caso contrario, in genere è possibile acquistare un'approvazione per aggiungere tale copertura (un approvazione è il termine che il settore assicurativo usa per descrivere un ciclista o un componente aggiuntivo di una polizza assicurativa). Verifica con la tua compagnia assicurativa per confermare, ma in molti casi ti conviene saltare il "piano di protezione" e fare affidamento principalmente sulla tua assicurazione.

Presentazione di un reclamo

Ogni vettore ha procedure diverse per la gestione dei reclami, ma in generale, è necessario informarli del reclamo il prima possibile dopo aver subito una perdita. Per molti reclami, le compagnie di assicurazione richiedono un rapporto di polizia che documenti i fatti e le circostanze di un particolare incidente; come minimo, devi assicurarti di documentare cosa è successo e dove e quando si è verificata la perdita. Se è possibile (e puoi farlo in sicurezza), scatta foto di eventuali danni che si sono verificati e delle circostanze che li hanno circondati.

Molte polizze di responsabilità ed E&O richiedono che tu ne informi la compagnia assicurativa non appena vieni a conoscenza di un possibile sinistro, anche se non è stata intrapresa alcuna azione formale. La mancata osservanza dei requisiti della polizza assicurativa può comportare il rifiuto assoluto di un reclamo, quindi è importante comprendere le procedure stabilite dal vettore. Prenditi del tempo per rivedere quelle procedure quando acquisti per la prima volta la tua polizza o le tue polizze, in modo da non doverti affannare per capire quando si verifica un reclamo (e quando sei senza dubbio già sotto stress significativo).

Qual'è il prossimo

Se hai già un'assicurazione, buon per te: sei un passo avanti. Assicurati di leggere e comprendere la tua politica in modo che non ci siano sorprese quando è necessario utilizzarla. Rivaluta le tue esigenze assicurative ogni anno circa, o ogni volta che apporti modifiche alla tua attività o acquisisci nuove attrezzature, per assicurarti che la copertura di cui disponi sia ancora pertinente e sufficiente.

Se non hai un'assicurazione, dovresti prendere in considerazione l'acquisto. Praticamente tutte le principali associazioni di categoria hanno sviluppato programmi assicurativi con i principali assicuratori che si adattano alle esigenze uniche dei fotografi. Ad esempio, l'American Society of Media Photographers ha stabilito relazioni con Taylor & Taylor e Tom C. Pickard & Co. The Professional Photographers of America hanno messo insieme un programma assicurativo attraverso Affinità Lockton. Ce ne sono dozzine di altri e il settore assicurativo è relativamente competitivo, quindi assicurati di guardarti intorno. Detto questo, come con tante cose, con l'assicurazione tendi a ottenere ciò per cui paghi, quindi assicurati di acquistare le coperture di cui hai bisogno per proteggerti.

Può essere un po' frustrante passare tutto questo tempo a capire qualcosa di cui speri non avrai mai bisogno, tanto meno dover pagare per questo, ma se mai ne avrai bisogno, sarai enormemente grato di averlo.

Quali sono state le tue esperienze assicurative? Quali politiche mi consigliate?

Chris Reed
Chris Reed

Chris Reed è un fotografo e avvocato di Los Angeles. Esercita la legge sul diritto d'autore nel settore dei media e dell'intrattenimento ed è autore di Flusso di lavoro sul copyright per i fotografi: protezione, gestione e condivisione di immagini digitali da Peachpit Press.

Contattaci

Indirizzo: Programmi di sussidio 1145 17th Street NW
Telefono: 888-557-4450
E-mail: [email protected]
Assistenza: EngoTheme

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti.