Quali domande dovresti porre nella negoziazione del contratto e quali disposizioni dovresti rivedere? Per questa discussione, supponiamo di nuovo che tu sia un artista che sta negoziando una rappresentazione in galleria. Assicurati di sapere cosa vuoi prima di iniziare la negoziazione. Un buon modo per iniziare questo processo è, semplicemente, fare un elenco.

Fare la tua lista di controllo

La tua lista dovrebbe consistere di domande relative alle responsabilità di te e della galleria. Prova a seguire l'intera relazione e il processo dall'inizio alla fine. Se la galleria ti rappresenta, cosa fanno? Avrai una mostra personale o una mostra collettiva? Devo creare un nuovo lavoro? Quando devo completare il lavoro e come lo consegno? Crea questo elenco nel tempo, non la sera prima del tuo incontro di negoziazione. Cerca di avere una risposta a quante più domande possibili. Non tutti gli elementi devono essere nel contratto, ma una volta firmato, sarà troppo tardi per aggiungere qualcosa per rendere la perdita il più completa possibile. In caso contrario, potresti non avere alcun ricorso se si verificano problemi tra te e la galleria. C'è anche un aspetto psicologico; la galleria ti prenderà molto più sul serio se arrivi al tavolo preparato, rendendo più facile negoziare le modifiche ai termini. Ecco alcune domande aggiuntive che potresti prendere in considerazione:

  • Con quale frequenza verrà mostrato il mio lavoro?
  • Il contratto è per tutta la mia serie o solo per alcuni pezzi?
  • Quanti pezzi mi servono?
  • Chi è responsabile dell'inquadratura o della spedizione dei pezzi?
  • L'opera sarà esposta solo in galleria o in fiere d'arte?
  • La relazione è esclusiva o posso mostrarla in altre gallerie?
  • Che tipo di marketing farà la galleria? Sono presente sul loro sito web?
  • Cosa succede se vendo un pezzo al posto della galleria?
  • Cosa farà la galleria per promuovere il mio lavoro durante i periodi in cui non è in mostra?
  • Chi determinerà l'aspetto e il layout dello spettacolo: la galleria, te o entrambi?
  • Chi assicura l'arte? (In genere, la galleria è responsabile dell'arte mentre è nei suoi locali, ma cosa succede se viene danneggiata durante il trasporto?)
  • Quali saranno i prezzi di vendita e come vengono determinati?

Conosci la linea del tempo

È inoltre necessario discutere la durata della relazione. Per i nuovi artisti, la rappresentazione in galleria sarà in genere da tre mesi a un anno. Mentre un anno di rappresentanza può essere molto redditizio, può anche sembrare atrocemente lungo se non sei soddisfatto di come stanno andando le cose. E se il tuo lavoro non vende o la galleria non ti promuove con successo? Per limitare il potenziale di ribasso, prendi in considerazione l'aggiunta di una "clausola di salvaguardia" al contratto, che ti consentirà di romperlo se determinate condizioni non sono soddisfatte. Le clausole di escape dovrebbero essere basate su numeri misurabili, non su un'astrazione. Una tipica clausola di salvaguardia potrebbe dire che se non vengono generate vendite in 6 mesi, allora entrambe le parti possono rescindere il contratto.

Suggerimenti per la negoziazione del contratto per gli artisti visivi | Giornale di affari d'arte

Sentiti libero di parlare di queste clausole con la galleria per assicurarti la tua comodità nell'affare!

Clausole di fuga

Non confondere le clausole di salvaguardia però con Inadempimento del contratto per inadempimento. Se non ci sono vendite in 6 mesi, la galleria potrebbe non aver fatto nulla di male; semplicemente non vendono il tuo lavoro. E quindi potresti voler passare a un'altra galleria, cosa che la clausola di salvaguardia ti consente di fare. Una violazione del contratto significa che i termini elencati nel contratto non sono stati rispettati da una delle parti, che è una causa legale per la quale potresti essere in grado di citare in giudizio.

Conosci il tuo prezzo

La domanda più importante è quanti soldi ricevi da ogni vendita. In una galleria, evita di dire alla galleria quanto vuoi. Ciò lascia la galleria libera di segnare fino a qualsiasi importo e intascando la differenza. In genere, le vendite sono suddivise in cinquanta e cinquanta, ma tieni presente che l'artista potrebbe essere responsabile dei costi di produzione e di inquadratura. Ciò potrebbe richiedere un esborso iniziale prima di qualsiasi vendita. Se questo è un problema, potresti essere in grado di negoziare un accordo diverso, in cui la galleria ottiene una percentuale più alta ma stabilisce i costi iniziali. Per maggiori informazioni sui prezzi, leggi il nostro articolo: Prezzi delle opere d'arte con la tabella dei prezzi dell'arte contemporanea di Borbay.

Impara la lingua

In ogni contratto ci sono clausole standard che i non avvocati trovano difficile capire o non realizzano sono anche negoziabili. Innanzitutto, di solito c'è una sezione chiamata Rappresentanza e Garanzie che dice che ogni parte ha fatto dichiarazioni che sono considerate di fatto, come l'artista ha creato le opere e possiede i diritti d'autore. Insieme a quella clausola, di solito c'è un Clausola di indennizzo, che afferma che se l'artista viola l'accordo o si dichiara falsamente, le spese legali sostenute dalla galleria saranno a carico dell'artista. Ma assicurati che questo vada in entrambe le direzioni e che la clausola non sia unilaterale consentendo alla galleria di violare e non pagare le spese legali dell'artista.

I contratti conterranno anche termini relativi alla possibilità di cedere o vendere il contratto ad altre persone, nonché termini per la separabilità (interruzione del contratto), apportare modifiche e che il presente contratto prevale su eventuali accordi precedenti. Questi sono solitamente simili nella maggior parte dei contratti, ma leggili anche attentamente per far sì che non siano unilaterali.

Leggere la stampa fine

Infine, leggi attentamente le sezioni Legge applicabile, Giurisdizione o Arbitrato. Queste clausole saranno solitamente scritte a favore della parte che ha scritto il contratto. Ad esempio, supponi di essere un artista che vive a Miami e la galleria si trova a New York City. Le clausole di legge e giurisdizione possono richiedere che entrambe le parti si sottopongano alle leggi dello Stato di New York, che eventuali azioni legali saranno condotte nello Stato di New York o nei tribunali federali e che l'artista rinunci al diritto di modificare la posizione. Ciò significa che una causa che potrebbe essere tenuta presso la Miami Dade County Court of Florida si terrà invece a New York richiedendo all'artista di mantenere un avvocato a New York e di recarsi a New York a proprie spese. Potresti voler negoziare quel termine in modo che alcuni casi consentano che le azioni legali siano in Florida. Allo stesso modo, una clausola di arbitrato / mediazione richiede che entrambe le parti debbano assumere un mediatore per aiutare le parti a raggiungere un accordo, prima che possa essere intentata qualsiasi causa. L'arbitrato è una buona cosa e di solito aiuta a evitare azioni legali, ma la clausola può anche specificare la posizione, il che potrebbe essere sfavorevole per te. Puoi anche rinegoziare questi termini.

Questo elenco è leggermente esaustivo, ma si spera che fornisca alcune indicazioni su come gestire una negoziazione, ma ricorda che probabilmente hai a che fare con aziende o avvocati che sono esperti negoziatori, quindi è sempre meglio avere un avvocato con te. Se ciò non è possibile, almeno, chiedi a un avvocato di rivedere il contratto finale prima di firmare.

Hai qualche consiglio sulla negoziazione dei contratti? Commento!

Steve Schlackman
Steve Schlackman

Come fotografo e avvocato in brevetti con un background nel marketing, Steve ha una prospettiva unica su arte, legge e affari. Attualmente ricopre il ruolo di Chief Product Officer presso Artrepreneur. Puoi trovare le sue fotografie su artrepreneur.com o attraverso la Fremin Gallery di New York.

Contattaci

Indirizzo: Programmi di sussidio 1145 17th Street NW
Telefono: 888-557-4450
E-mail: [email protected]
Assistenza: EngoTheme

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti.