fbpx

In un mondo perfetto, un artista sarebbe in grado di vendere la propria opera d'arte originale direttamente a una galleria per un prezzo di mercato ragionevole equo, a quel punto sarebbe esclusiva responsabilità e rischio della galleria d'arte vendere l'arte per il proprio profitto. Sfortunatamente per gli artisti, quel mondo non esiste. Le gallerie d'arte non possono sempre prevedere l'attrattiva commerciale delle opere d'arte e si affidano invece a un modello di vendita in conto vendita per gestire le proprie attività.

Un contratto di consegna d'arte è un contratto tra un artista e una galleria in cui l'artista fornisce l'arte della galleria (in genere) a costo zero e, in cambio, la galleria si impegna a vendere l'arte per una commissione. In generale, un punto di partenza per la commissione della galleria parte dal 50%. Sebbene all'inizio tale commissione possa sembrare elevata per un artista, questa disposizione è spesso vantaggiosa per entrambe le parti, poiché un artista può trarre grandi vantaggi dall'esperienza di una galleria nella vendita di opere d'arte e nella creazione di visibilità per l'artista.

Molti artisti sono spesso riluttanti a negoziare un contratto di consegna di opere d'arte con le gallerie d'arte poiché credono che qualsiasi esposizione possano ottenere valga più che potenzialmente sprecare un'opportunità per una mostra mercanteggiando su un contratto. Allo stesso modo, molte gallerie scelgono di evitare di stipulare accordi di consegna d'arte scritta con gli artisti per lo stesso motivo, poiché vogliono gettare meno scartoffie all'artista in modo che possa mettere le mani sull'opera d'arte che vogliono vendere. Questo è senza dubbio un errore per entrambe le parti.

Soprattutto, un rapporto di consegna d'arte è una transazione commerciale con rischi intrinseci. Mentre il risultato finale di un rapporto di consegna di opere d'arte - la vendita di opere d'arte - è reciprocamente vantaggioso per entrambe le parti, è imperativo che un artista e una galleria ciascuno formalizzare il loro contratto di consegna dell'arte per iscritto in modo che entrambe le parti comprendano i loro diritti e tutele. È un documento essenziale in caso di vendita di opere d'arte di successo, e ancora di più negli scenari peggiori, come se l'opera d'arte è danneggiata o l'artista travisa l'opera.

Esistono molti modi per strutturare un accordo di consegna d'arte tra un artista e una galleria, ma qui ci sono alcuni dei punti più importanti e delle domande che ogni parte dovrebbe considerare.

spedizione d'arte

Un contratto di consegna d'arte dovrebbe delineare termini essenziali come la durata e la natura del contratto.

Definire il rapporto di consegna dell'arte

La maggior parte dei termini in una relazione di consegna d'arte delinea come la relazione sarà trattata dall'artista e dalla galleria.

Concessione di agenzia - Una clausola di agenzia è una disposizione contrattuale che designa la galleria come agente fiduciario dell'artista, che conferisce un obbligo legale alla galleria di agire nel migliore interesse dell'artista e consente all'agente di rappresentare l'artista nel contratto negoziazioni (ad es. vendita di opere d'arte). Una clausola di agenzia può assumere molte forme, ma dovrebbe coprire i seguenti elementi:

Esclusività – La concessione dell'agenzia è esclusiva o non esclusiva? Un artista può stipulare un contratto con un'altra galleria per la stessa opera? La galleria mantiene un diritto di prelazione su future opere d'arte create dall'artista durante un determinato periodo di tempo?

Geografia – La sovvenzione dell'agenzia è limitata a una determinata area geografica e l'artista può stipulare un contratto con una galleria diversa al di fuori dell'area?

Durata – Quanto dura la sovvenzione dell'agenzia?

Gestione dell'inventario delle opere d'arte

Identificazione – L'accordo di consegna dovrebbe identificare chiaramente l'opera d'arte che viene data alla galleria, compresi eventuali requisiti o restrizioni di dimensioni o quantità.

Inventario – In che modo la galleria archivia il lavoro? In un magazzino, con o senza aria condizionata? Quali sono le gallerie in corso? obblighi di inventario all'artista? La galleria riferisce all'artista sullo stock di inventario ogni pochi mesi? L'artista ha il diritto di ispezione dell'inventario per poter andare alla galleria in orari specifici e ispezionare l'opera d'arte per assicurarsi che non ci siano danni?

Prezzi

Prezzi – Mentre una galleria può avere un obbligo fiduciario nei confronti di un artista di vendere opere d'arte a un prezzo di mercato ragionevole, il problema generale con la vendita di opere d'arte è che l'arte è un prodotto incredibilmente soggettivo. Diversi acquirenti altamente sofisticati possono avere opinioni diverse sul prezzo delle opere d'arte. Senza alcuna lingua in un contratto specificando i requisiti di prezzo, l'esperienza presunta di una galleria nel settore dell'arte può prevalere sulla convinzione di un artista che la sua opera d'arte sia stata venduta sottovalutata. Ciò potrebbe creare una situazione in cui una delle parti ha scarso ricorso contro l'altra in una controversia sui prezzi. Alcuni scenari comuni che dovrebbero essere discussi tra l'artista e la galleria sono:

Determinazione reciproca – L'artista e la galleria fissano insieme i prezzi?

Determinazione esclusiva: l'artista o la galleria hanno il potere illimitato di impostare o? negoziare il prezzo? Le gallerie spesso chiedono di fissare i prezzi in modo da avere un maggiore controllo sulla loro attività, oltre ad avere una maggiore esperienza di mercato nella vendita di opere d'arte agli acquirenti. In tali situazioni, un artista dovrebbe chiedere a una galleria di avere una consulenza significativa e in buona fede prima di fissare il prezzo, quindi anche se la galleria alla fine decide il prezzo, le prospettive dell'artista devono essere prese in considerazione. Si suggerisce inoltre che un artista e una galleria decidano fino a che punto sono disposti a negoziare prima di decidere se effettuare la vendita.

Livelli/Termini dei prezzi – Esistono prezzi diversi per le offerte all'ingrosso/all'ingrosso? Che dire della galleria che usa la sua discrezione per offrire uno sconto a un acquirente in una fiera d'arte per sigillare l'accordo? In tal caso, lo sconto deriva dalla commissione della galleria, dal profitto dell'artista o da entrambi? Un acquirente può pagare a rate e, in caso affermativo, chi viene pagato per primo, l'artista o la galleria? Che dire dei ritorni in cui l'artista è già stato pagato? Queste sono tutte considerazioni da fare e definire all'interno del tuo contratto di consegna dell'arte.

Pagamento in base al contratto di consegna dell'arte

Anche le commissioni e i termini contabili della galleria dovrebbero essere definiti all'inizio di un contratto, quindi è chiaro cosa riceverà l'artista una volta effettuata la vendita.:

Commissione – Quanto viene pagata la galleria per ogni vendita? Spesso le gallerie desiderano dividere i profitti con l'artista. Come si può immaginare, gli artisti si sforzano di ricevere una quota maggiore. Questo spesso si riduce al potere contrattuale di ciascuna parte, poiché una galleria o un artista ben noto con una comprovata esperienza di vendite può in genere negoziare una migliore ripartizione del compenso.

Contabilità – La galleria tiene in conto fondi per l'artista? I soldi delle vendite sono depositati in un conto di deposito a garanzia o l'artista verrà pagato una volta effettuata la vendita? In caso negativo, con che frequenza la galleria paga l'artista una volta ricevuto il denaro? Il tuo contratto di consegna dell'arte dovrebbe essere molto chiaro su questi termini, poiché non è raro che gli artisti si trovino in una situazione di mancato pagamento quando una galleria cade in tempi difficili.

Anticipi / Acquisto della galleria – Sebbene non sia la norma, la galleria anticipa somme all'artista in relazione alla prevista vendita futura dell'opera d'arte? La galleria acquista una parte dell'opera d'arte dall'artista come dimostrazione di buona fede in modo che l'artista possa essere pagato un po' più velocemente?

Spese – Chi sta pagando per il costi di trasporto iniziali dell'opera alla galleria? Chi paga i materiali promozionali creati dalla galleria? È questo il costo della galleria, dell'artista o diviso tra le parti? Che dire dell'inquadratura o di altri materiali di presentazione? Se l'artista è a rischio per qualsiasi spesa, l'artista dovrebbe chiedere alla galleria l'approvazione delle spese oltre una soglia monetaria negoziata, e tutto ciò che non è approvato al di sopra di quella linea dovrebbe essere attribuibile esclusivamente alla galleria. Allo stesso modo, l'artista dovrebbe richiedere alla galleria di conservare le ricevute delle spese in buona fede e se tali spese non sono sufficientemente documentate, non vengono conteggiate come spese.

spedizione d'arte

Determina come verranno gestite la contabilità e la gestione dell'inventario in base al contratto di consegna delle opere d'arte.

Determinare chi possiede veramente l'arte

Un altro termine importante all'interno di un contratto di consegna d'arte è definire chi può rivendicare il titolo al lavoro. Ai sensi dell'Uniform Commercial Code (il corpo legislativo che regola tutte le transazioni di vendita negli Stati Uniti), il titolo, o la proprietà, dell'opera d'arte verrà generalmente trasferito all'acquirente al momento della vendita, anche se il pagamento non è stato effettuato per intero (come in uno scenario di pagamento rateale). Nel caso in cui l'acquirente non effettui il pagamento completo e definitivo alla galleria, l'artista e la galleria non possono rivalersi sull'acquirente per rivendicare l'opera d'arte e possono solo chiedere un risarcimento pecuniario all'acquirente. Sia la galleria che l'artista dovrebbero garantire in un contratto di consegna d'arte che la galleria venda l'opera dell'artista in base a un accordo scritto con un acquirente che specifichi che il titolo dell'opera d'arte non si trasferisce all'acquirente fino a quando l'acquirente non ha pagato per intero. In questo modo la galleria o l'artista possono reclamare l'opera d'arte fisica se non sono stati pagati per intero per l'opera d'arte.

Preoccupazioni del creditore - L'accordo di consegna dovrebbe anche indicare chiaramente che l'opera d'arte è intitolata a nome dell'artista e non della galleria (a meno che, ovviamente, la galleria non abbia acquistato dell'inventario). Questo è un termine incredibilmente importante e meglio mostrato da un esempio.

Diciamo che una galleria fallisce e il proprietario della galleria prende possesso di tutto ciò che c'è nella galleria in base al contratto di locazione della galleria. Il locatore può vendere l'opera di un artista tenuta in conto vendita dalla galleria per pagare l'affitto arretrato della galleria? Ci sono scenari in cui un proprietario può, infatti, farlo se un contratto di consegna d'arte non affronta il fatto che l'opera d'arte non è un bene della galleria. Si può presumere che l'opera d'arte sia di proprietà della galleria, poiché si trovava all'interno della proprietà al momento del pignoramento e il proprietario potrebbe avere il diritto di vendere l'opera d'arte senza renderne conto all'artista. Se ciò accade, l'artista probabilmente non avrebbe ricorso legale contro il proprietario e dovrebbe rivolgersi alla galleria per essere pagato. Mentre alcuni stati hanno approvato statuti che proteggono i sequestri dei creditori di opere d'arte negli accordi di consegna, un artista dovrebbe cercare la migliore protezione possibile e rendere estremamente chiaro in un accordo di consegna d'arte che l'opera d'arte non è di proprietà della galleria.

Termini di marketing all'interno di un contratto di consegna di opere d'arte

Sebbene sia probabile che una galleria commercializzi l'opera d'arte che ha in vendita, è comunque importante assicurarsi che le parti di un contratto di consegna dell'arte comprendano cosa ci si aspetta da loro riguardo alla commercializzazione dell'opera d'arte.

Galleria – La galleria ha promesso di spendere una certa quantità di? tempo ed energie per il marketing? Sono previsti giorni minimi per l'esposizione dell'opera in galleria o in fiere d'arte regionali/nazionali? Chi sta pagando per i materiali di marketing, la galleria, oi costi di marketing sono trattati come una spesa e vengono fuori dalla parte superiore del denaro ricevuto o dalla quota dell'artista?

Artista: l'artista ha l'obbligo di apparire per apparizioni personali, stampa o pubblicare messaggi sui social media? Anche se può sembrare ovvio che un artista dovrebbe aiutare la galleria a vendere l'opera d'arte dell'artista, una galleria dovrebbe richiedere all'artista di impegnarsi in alcune attività di marketing.

Diritti di immagine - La galleria ha il diritto di utilizzare i diritti dell'artista? nome, somiglianza, e materiali biografici in relazione alla vendita di opere d'arte? Tali diritti di pubblicità appartengono all'artista e la galleria dovrebbe avere l'approvazione per utilizzare tali materiali per iscritto.

inventario delle opere d'arte

Assicurare il lavoro e assicurarsi che sia adeguatamente trasportato è anche una considerazione importante all'interno di un contratto di consegna d'arte.

Assicurazione        

È importante che gli artisti assicurino le loro opere quando le affidano a una galleria. Pertanto, assicurati obblighi assicurativi sono indicati i termini all'interno del contratto di consegna dell'arte:

Rischio di perdita – Chi sopporta l'onere della perdita nel caso in cui l'opera d'arte venga distrutta o danneggiata? In genere, la galleria si assume questo rischio quando conserva il prodotto, ma cosa dovrebbe fare un artista se la galleria non ottiene l'assicurazione e l'opera d'arte viene distrutta senza colpa di nessuna delle parti? Questa non è una situazione in cui nessuna delle parti vuole entrare. Allo stesso modo, cosa succede quando l'opera viene trasportata da e verso la galleria? Le parti dovrebbero determinare chi ha l'obbligo assicurativo e richiedere all'altra parte di nominarla come assicurato aggiuntivo sulla polizza.

Importi assicurativi – L'assicurazione coprirà il costo di sostituzione dell'opera d'arte? Prezzo all'ingrosso? Profitto totale previsto?

Disposizioni varie

Danni / Indennizzo – Nel caso in cui una delle parti violi il contratto, la parte inadempiente è tenuta a pagare tutti i danni subiti dall'altra parte, o le parti sostengono le proprie spese legali? Alcuni rimedi, come le spese legali, il mancato guadagno o le ingiunzioni, dovranno essere specificatamente stabiliti nel contratto per essere esecutivi.

Copyright: le parti dovrebbero discutere una dichiarazione che affermi che l'artista garantisce di possedere tutti i diritti, il titolo e l'interesse sull'opera d'arte e che l'artista non sta trasmettendo il diritto d'autore sottostante all'opera d'arte alla galleria come parte dell'accordo di consegna.

Clausola morale – Se una delle parti intraprende un'azione che ha un impatto negativo sull'accordo di consegna dell'arte, come creare cattiva stampa diffamando qualcuno nei media o essere arrestata per un crimine, le parti possono rescindere l'accordo?

Scelta della legge – In caso di controversia, dove le parti risolveranno la controversia? Un artista e una galleria possono trovarsi in stati diversi, se non a livello internazionale, quindi le parti dovrebbero determinare il foro appropriato nello sfortunato caso in cui si verifica una controversia. Allo stesso modo, alcune giurisdizioni hanno leggi relative ai rapporti di consegna. Ad esempio, in Florida una galleria deve detenere denaro dovuto a un artista in fiducia e apporre il nome dell'artista sull'opera d'arte venduta. In Oregon, una galleria deve tenere registri di vendita più elevati e fornire a un artista i nomi dei clienti per le opere d'arte vendute oltre $ 100. Una galleria e un artista dovrebbero essere a conoscenza di eventuali requisiti locali aggiuntivi poiché potrebbe essere necessario affrontare queste leggi in un contratto di consegna di opere d'arte.

Quando si avvicina a un contratto di consegna di opere d'arte, un artista o una galleria non dovrebbero aver paura di negoziare un accordo scritto. Un contratto di consegna è spesso vantaggioso per entrambe le parti e può aiutare a risolvere i problemi prima che si verifichino, specificando chiaramente cosa deve fare ciascuna parte in una determinata situazione. Gli artisti non dovrebbero aver paura di proporre modifiche a un contratto di consegna di opere d'arte, poiché gli artisti sono i proprietari del prodotto venduto. Qualsiasi galleria astuta non si spaventerà se stai negoziando ragionevolmente i termini di vendita e commissione. Se una galleria si oppone a domande o commenti ragionevoli, questo potrebbe essere un indicatore che non è adatto a te. Allo stesso modo per la galleria, se un artista si rifiuta di firmare un contratto, ti stai mettendo a rischio senza adeguate garanzie di copyright, indennizzo e altri termini.

Louis Smoller
Louis Smoller

Louis Smoller è un avvocato specializzato in proprietà intellettuale con sede a New York.

Contattaci

Indirizzo: Programmi di sussidio 1145 17th Street NW
Telefono: 888-557-4450
E-mail: [email protected]
Assistenza: EngoTheme

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti.